Hai paura degli squali? La tecnologia da portare al mare

La tecnologia fa passi da gigante e per chi ha paura di essere divorato dagli squali o per chi realmente pratica sport acquatici come il surf in zone a rischio, esistono apparati tecnologici in grado di metterci a sicuro da questi temibili predatori.

Per tutti gli appassionati del mare, degli squali e della tecnologia ecco i 3 prodotti più innovativi da usare come deterrente contro questi grossi predatori!!!

Vediamoli:

Shark Attack Mitigation 

wetsuit-640x480.900x600

Si tratta di una serie di tute da indossare per chi fa sub o surf e che permettono di confondersi con il riflesso dell’acqua.

La ricerca condotta assieme all’Università dell’Australia Occidentale ha prodotto una serie di mute che permettono di fare il bagno in sicurezza e prevenire gli attacchi degli squali.

Insomma un primo passo nella lotta tra preda e predatore…

Sharkbanz

SharkbanzSi tratta di un bracciale che emette onde elettromagnetiche e costa $59. Il produttore avvisa che è stato provato e testato con 10 specie di squali, ma il prodotto non funziona contro il temibile squalo bianco  aimhe.

I Fondatori il DR. Eric Stroud e biologo marino Dr. Patrick Rice da oltre 15 anni nel campo della ricerca sugli Squali hanno fatto diversi test, più bagnati indossano il bracciale, minore è il rischio generale di attacco

 

ESDS

Un altro dispositivo è l’ESDS: ESDS-squalo tutti gli squali hanno piccole sacche riempite con gel chiamate Ampolle di Lorenzini ,che si trovano  nelloro muso e sono in grado di rilevare la corrente elettrica emessa da una preda.

Sfruttando questo principio ESDS emette degli impulsi per confondere lo squalo e salvare la preda… ovvero noi

 

Sono tutti deterrenti, e come si evince dal termine non sono sicuri al 100%.

Sicuramente queste tecnologie potranno salvare molte vite e fare passi in avanti per migliorare la sicurezza dei bagnati nelle aree densamente popolate dagli squali!

Hai paura degli squali? La tecnologia da portare al mare
Vota l\'articolo grazie