Remastered: la moda del momento ed i migliori videogames 2015

Chiusosi da poco il primo anno delle console next gen, il 2014 doveva essere l’anno della consacrazione per le nuove arrivate Playstation 4 e Xbox One. E forse guardando i numeri così è stato alla luce delle quasi 20 milioni di Ps4 e le oltre 10 milioni di Xone distribuite per il globo. Se contro tali cifre non abbiamo nulla da ridire, anzi, una domanda sorge tuttavia spontanea: quali mirabolanti giochi avranno spinto milioni di videogiocatori a portarsi a casa una console next gen? D’altronde una console è un apparecchio fatto per giocare e non solo un costoso sopramobile.

Vintage? no, Remastered

Ecco, dovessero farla a me questa domanda non saprei cosa rispondere. O meglio non avrei di che rispondere visto che il 2014 l’ho passato a giocare a riedizioni in HD di giochi che ho già giocati precedentemente in compagnia delle care PS3 e Xbox 360. Ripercorrendo a passi veloci l’anno appena passato, infatti, non è difficile notare come gran parte delle “hit” che hanno segnato questa nuova generazione di console provenga dritta dritta da quella precedente. Per carità, nulla da ridire sulla bontà di titoli come The Last of Us Remastered, Halo: The Masterchief Collection, Tomb Raider Definitive Edition, GTA 5, Diablo 3 e via discorrendo, tutti ottimi giochi sicuramente, ma se l’offerta ludica attuale prevede solo tali riedizioni da una parte e progetti cross platform dall’altra, queste nuove console, cosa le abbiamo comprate a fare?

playstation 4 xbox one sales

400 Euro mi sembrano ben spesi per poter osservare nel dettaglio la barba di Joel in the Last of Us…

Ovviamente si tratta di esagerazione voluta per quanto provocatoria, d’altronde anche l’era precedente di console ha potuto vantare un incredibile numero di Remastered, ma questo non ha mai influito sull’uscita di giochi creati ad hoc come invece è successo negli ultimi 12 mesi. Quale può essere dunque la spiegazione possibile per lo stato in cui versa attualmente l’industria?

A corto di idee

Il passato si sa, è sempre maestro di vita. “Si stava meglio quando si stava peggio“, “Nessun Final Fantasy arriverà mai al livello del 7“, “Tetris è il gioco più bello di sempre“. Quante volte abbiamo sentito affermazioni del genere in giro fra amici o nei forum. Forse è vero, ma se siamo arrivati a questo stato, forse la colpa è anche nostra in quanto acquirenti. Un fenomeno (perché di fenomeno si tratta) come quello dei Remastered infatti prende piede quando trova terreno fertile dove svilupparsi e se le software house paiono aver imboccato questa strada “low risk, high reward” è per l’ottimo riscontro che essi hanno avuto sul mercato. Ecco quindi che riproporre il vecchio diventa la via più semplice per accontentare un pubblico “ormai assuefatto” di tali prodotti che a momenti non si sente neppure la necessità di provare qualcosa di nuovo. È anche vero che il mondo del gaming si è espanso tantissimo negli ultimi anni ed è possibile che molti dei vari acquirenti siano effettivamente al primo approccio con un determinato remastered, anche se guardando le cifre da capogiro di GTA 5 su piattaforme old e next gen ci pare un po’ improbabile la cosa…

gta 5 remastered

Cosa può esserci meglio di meglio di GTA? GTA in prima persona!

E se comunque l’idea di riproporre i classici, i “BIG“, della generazione precedente potrebbe anche avere lo scopo di avvicinare nuovi adepti ai titoli più meritevoli, alcuni esperimenti compiuti in questo senso risultano tuttavia di difficile comprensione. Titoli come Metro Redux, Sleeping Dogs Definitive Edition e Saints Row 4 non è che siano proprio dei “capolavori” tali da meritare  per i nuovi giocatori ed esempio. Senza contare i casi anomali come il remastered PS4 del remastered per PS3 di Final Fantasy X

Buoni propositi per l’anno nuovo

Tutti li odiamo, tutti li compriamo insomma. Il successo è dilagante tanto che anche per l’anno nuovo è prevista una buona dose di “vecchio” opportunamente rimasterizzato e corretto. E se per mettere le mani sui primi progetti pensati ad hoc per queste console come Batman Arkham Knight, The Witcher 3,Bloodbourne ed Halo 5 bisognerà attenere ancora un bel po’, tanto vale rinunciare a batterli e unirsi a loro con alcuni dei più attesi remastered del 2015:

Resident Evil Remastered (PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360, PC)

L’orrore nella sua forma più primitiva. Il capostipite dei Survival Horror. Il remastered di un remake. Questo è molto altro è Resident Evil Remastered, conversione in alta definizione del primissimo, e tutt’ora il migliore, capitolo di questa storica saga ideata da Shinji Mikami. Un titolo forse un po’ invecchiato se si pensa alla deriva action degli ultimi (orribili) episodi, ma ancora in grado di conservare tutto lo spaventoso fascino dell’originale. Con tanto di controlli rimappati oer gli standard attuali. Jill e Chris ringraziano.

Acquista  Resident Evil Remastered sottocosto


 

Borderlands: The Handsome Collection (PS4, Xbox One)

Il fortunatissimo Borderlands 2 e il meno fortunato Borderlands: The PreSequel e tutti i loro DLC tornano su Ps4 e Xbox One in un unico pacchetto. Borderlands: The Handsome Collection rappresenta sicuramente un’offerta molto invitante in termini di contenuti( “un gozzilione di dollari di contenuti“) e la possibilità di poter (ri)giocare per intero le due avventure a fianco di 4 amici per la prima volta in locale rappresenta un ulteriore valore aggiunto per il titolo.

Acquista Borderlands: The Handsome Collection


 

Dark Souls II: Scholar of the First Sin (PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360, PC)

La versione riveduta e corretta del pluri-acclamato Dark Souls 2 si appresta a fare il suo ritorno con un’edizione che non si chiama “Game of the Year Edition” perchè ormai troppo inflazionato ma che in fin dei conti sempre quello è. In arrivo su console di vecchia e nuova generazione, Dark Souls II: Scholar of the First Sin contiene al suo interno tutti e tre i DLC rilasciati fin’ora, nuove armi, armaure, quest secondarie, boss e persino un finale inedito.

Acquista:Dark Souls II: Scholar of the First Sin


 

 

Final Fantasy Type 0 HD (PS4, Xbox One)

Sebbene molti di voi non ne abbiano mai sentito parlare, anche Final Fantasy Type 0 è uscito originariamente solo in Giappone nel 2011 per PSP . Ambientato nel suggestivo mondo di Oriens a cavallo fra tecnologia e magia, il gioco narra le vicende dei 12 membri della squadra zero impegnati a porre fine al conflitto globale che vede protagonista le quattro grandi nazioni della terra. Sulla falsa riga dei recenti episodi legati a Final Fatasy XIIIFinal Fantasy Type 0 propone un sistema di gioco molto dinamico e votato all’azione nel quale è possibile utilizzare tutta la squadra Zero per venire a capo delle varie situazioni di gioco.

Acquista Final Fantasy Type 0 HD


 

Devil May Cry Definitive Edition (PS4, Xbox One)

https://www.youtube.com/watch?v=8MruA6AfRpU

Il bistrattato Reboot della celebre saga Devil May Cry è stato una delle sorprese più interessanti della vecchia generazione di console. Nonostante la bontà del titolo l’ottima accoglienza di tutta la critica DMC si è dovuto scontrare con numerosi fan del “Devil May Cry Duro e Puro (e coi capelli bianchi)” senza per questo riuscire a ottenere il successo meritato. Capcom ci riprova e rilancia l’offerta includendo nuove skin, nuove modalità, tutti i DLC fin’ora rilasciati e la promessa di una fluidità costante a 60 Frame per secondo.

Acquista Devil May Cry Definitive Edition


 

Dead or Alive 5: Last Round (PS4, PS3, Xbox One, Xbox 360, PC)

Quarto giro per Dead or Alive 5 che continua ogni volta ad aggiornarsi, aggiungere personaggi, costumi e quant’altro. Fra le caratteristiche “HOT” di questo Dead or Alive 5: Last Round (ma sarà veramente l’ultimo?), oltre all’immancabile supporto per i 60 FPS, KoeiTecmo introduce il nuovo soft engine per enfatizzare ulteriormente le rotondità delle sue combattenti. Basterà questo incentivo a convincere gli irriducibili a comprare per la quarta volta lo stesso titolo?

Acquista Dead or Alive 5: Last Round 


 

The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D (3DS)

L’episodio più insolito, cupo e incompreso della leggendaria saga di Zelda. Sulla scia del successo del precedente Ocarina of Time 3DThe Legend of Zelda: Majora’s Mask torna su 3DS con una nuova sfavillante veste grafica ma non solo. Grazie a un rinnovato sistema di salvataggio e una più intuitiva gestione delle numerosissime subquest che infarciscono l’avventura, The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D si appresta a fare il suo secondo debutto per rivendicare la gloria e il successo ingiustamente compromessi all’epoca.

Acquista The Legend of Zelda: Majora’s Mask 3D


Questi per ora sembrano essere i capisaldi dell’offerta ludica 2015 in ambito Remastered. E siamo sicuri che ne verranno annunciati altri a breve…

Remastered: la moda del momento ed i migliori videogames 2015
Vota l\'articolo grazie