PuzzlePhone, lo smartphone modulare concorrente di Google

Puzzlephone sarà uno smartphone da comporre, proprio come un piccolo puzzle. La società finlandese Circular Devices non poteva scegliere nome più azzeccato per questo dispositivo modulare che dovrebbe essere lanciato sul mercato nella seconda parte del 2015.

L’idea non è certo una novità assoluta, basti pensare a Project Ara, il progetto lanciato da Google per la realizzazione di smartphone componibili grazie a parti sostituibili e intercambiabili. Il principio che sta alla base di questi dispositivi è infatti quello di permettere all’utente di sostituire all’occorrenza solo le parti dello smartphone che subiscono un più rapido processo di invecchiamento e deterioramento ( come la batteria o la fotocamera, quest’ultima sempre più soggetta a costanti migliorie  in tempi sempre più brevi) preservando le componenti più longeve ( come il display).

Per soddisfare queste esigenze Puzzlephone è dotato di una struttura composta da tre parti: un corpo principale, ovvero una sorta di spina dorsale che comprende lo schermo LCD e altoparlanti; un cuore, che racchiude la batteria ed infine un terzo modulo che funge da cervello del sistema e che racchiude processore e fotocamera.

Le prime immagini di Puzzlephone mostrano un design più elegante rispetto al dispositivo Google mentre dal punto di vista del sistema operativo l’azienda finlandese pare aver scelto proprio Android come punto di partenza, ma le intenzioni sarebbero quelle di arrivare a poter supportare diversi sistemi operativi in futuro.

 

Puzzlephone

 

 

PuzzlePhone, lo smartphone modulare concorrente di Google
Vota l\'articolo grazie