Cinque consigli per uno streaming veloce

Cinque consigli per uno streaming veloce

by -
0

Lo streaming

Nuova frontiera della visione di filmati on line, lo streaming è diventato parte integrante della quotidianità.

Poter rivedere la propria serie tv preferita o accedere ai video on demand di società come Netflix o Infinity è semplice e intuitivo.

Il grande successo dello streaming è dovuto alla possibilità di poter riprodurre i propri contenuti preferiti non solo su pc ma anche tramite tablet o smartphone, senza essere in possesso del decoder.

Ma lo streaming ha un nemico acerrimo, capace di bloccare la visione di un filmato anche ogni 2/3 minuti: il buffering lento.

Definizione di buffering

Il buffering è una procedura che permette di salvare temporaneamente i dati su una porzione di memoria, chiamata buffer, per rendere più veloci alcuni processi.

La memoria “buffer” interviene in un preciso momento ovvero quando due software o componenti hardware lavorano a velocità diverse.

Il buffering aiuta a recuperare tempo e a velocizzare molti processi ma può esporre a qualche inconveniente come l’estrema lentezza del buffering stesso.

La visione si interrompe per caricare altri fotogrammi e si rischia di rimanere di fronte a uno schermo inerme anche per alcuni minuti. È possibile evitare il buffering lento e migliorare la visione in streaming? Alcune astuzie possono essere d’aiuto per aggirare l’ostacolo.

Pulire la cache

La cache è quella parte di memoria temporanea dove vengono salvati alcuni file caricati in precedenza dal sistema.

Un processo utile che permette un accesso più veloce a pagine visitate di frequente. Molte volte rimangono in memoria delle porzioni di pagine Internet che ormai non servono più. La conseguenza è il forte rallentamento della visione video.

La soluzione è facile e intuitiva. Per migliorare lo streaming può essere d’aiuto svuotare la cache e liberare il sistema dei file inutili e obsoleti.

Limitare le connessioni

Il buffering può essere influenzato dall’estremo lavoro al quale è chiamato il router. Spesso deve gestire in contemporanea un numero enorme di connessioni tra smartphone, tablet e pc, senza contare poi il p2p e i vari client di torrent.

Prima di godere di un bel filmato in streaming occorre controllare il numero di dispositivi connessi e le varie applicazioni web aperte e disconnettere quelle che al momento non servono.

Limitare la banda wireless

È possibile gestire alcune priorità di flusso nel proprio router regolando la QoS, ovvero la tecnologia che gestisce la banda e la distribuisce tra i vari dispositivi secondo alcune priorità.

Per godere di uno streaming veloce e fluido basta settare la priorità sui videogames o creare un’apposita corsia per lo streaming. In alternativa è possibile utilizzare utility come Acrylic Wi-Fi che permettono di trovare il canale meno usato sul quale settare la visione in streaming.

Abbassare la qualità video

Una qualità video troppo elevata può rendere lento il buffering. In questo caso, basta diminuire fino a 240p per avere una visione fluida del filmato.

Utilizzare il cavo ethernet

Il buon vecchio cavo ethernet viene in aiuto quando la connessione wi-fi è molto lenta. In tal caso basta utilizzare il cavo per dare un’ottima accelerata al buffering e godersi un’esperienza streaming di buon livello.

Suggerito da: Fast Adsl

Cinque consigli per uno streaming veloce
5 (100%) 1 vote